Ossigenanti

Le piante galleggianti non costrette ad ancorarsi al suolo (le radici attingono gli elementi nutritivi direttamente dall’acqua) esse vanno alla deriva, in balia del vento e delle onde , si spostano sulla superficie del bacino. Il loro fogliame apporta l’oscurità necessaria all’equilibrio del bacino, riducendo allo stesso tempo la formazione di a...

Le piante galleggianti non costrette ad ancorarsi al suolo (le radici attingono gli elementi nutritivi direttamente dall’acqua) esse vanno alla deriva, in balia del vento e delle onde , si spostano sulla superficie del bacino. Il loro fogliame apporta l’oscurità necessaria all’equilibrio del bacino, riducendo allo stesso tempo la formazione di alghe filamentose. Non richiedono trattamenti particolari, è sufficiente posarle delicatamente sulla superficie dell’acqua. con i primi freddi, la maggior parte delle specie scompare dallo specchio d’acqua e dimora, fino alla primavera, sotto forma di gemme invernali. Prima delle gelate mettetene qualcuna al riparo dal freddo, basteranno pochi centimetri di acqua per lo svernamento. In primavera, si svilupperanno più rapidamente di quelle rimaste nell’acqua fredda del bacino.

Le piante sommerse sono il vero e proprio polmone del bacino, esse crescono sott’acqua formando cespugli sommersi. Il loro ruolo ornamentale è limitato, esse tuttavia sono fondamentali per l’ecosistema, producono ossigeno (assimilabili direttamente dagli altri “abitanti” del laghetto) a partire dal gas carbonico e dai sali minerali dissolti nell’acqua.
Crescendo abbondantemente, fanno una forte concorrenza alle alghe filamentose che alterano la limpidezza dell’acqua. Piantate a sufficienza nei primi giorni di vita del laghetto, garantiranno il risanamento e l’equilibrio biologico dell’acqua.
Il loro folto fogliame fornisce un nascondiglio eccezionale per i pesci, che le usano anche per deporre le uova. La loro cura è sommaria, basta sorvegliarle affinché non diventino troppo invasive.

Sono adatte sia per i laghetti che per i minipond.

Più

Ossigenanti  Ci sono 13 prodotti.

Sotto-categorie

  • Sommerse

    Vero e proprio polmone del bacino, esse crescono sott’acqua formando cespugli sommersi. Il loro ruolo ornamentale è limitato, esse tuttavia sono fondamentali per l’ecosistema, producono ossigeno (assimilabili direttamente dagli altri “abitanti” del laghetto) a partire dal gas carbonico e dai sali minerali dissolti nell’acqua.
    Crescendo abbondantemente, fanno una forte concorrenza alle alghe filamentose che alterano la limpidezza dell’acqua. Piantate a sufficienza nei primi giorni di vita del laghetto, garantiranno il risanamento e l’equilibrio biologico dell’acqua.
    Il loro folto fogliame fornisce un nascondiglio eccezionale per i pesci, che le usano anche per deporre le uova. La loro cura è sommaria, basta sorvegliarle affinché non diventino troppo invasive.Sono adatte sia per i laghetti che per i minipond.

  • Galleggianti

    Non costrette ad ancorarsi al suolo (le radici attingono gli elementi nutritivi direttamente dall’acqua) esse vanno alla deriva, in balia del vento e delle onde , si spostano sulla superficie del bacino. Il loro fogliame apporta l’oscurità necessaria all’equilibrio del bacino, riducendo allo stesso tempo la formazione di alghe filamentose. Non richiedono trattamenti particolari, è sufficiente posarle delicatamente sulla superficie dell’acqua. con i primi freddi, la maggior parte delle specie scompare dallo specchio d’acqua e dimora, fino alla primavera, sotto forma di gemme invernali. Prima delle gelate mettetene qualcuna al riparo dal freddo, basteranno pochi centimetri di acqua per lo svernamento. In primavera, si svilupperanno più rapidamente di quelle rimaste nell’acqua fredda del bacino.Sono adatte sia per i laghetti che per i minipond.

per pagina
Mostrando 1 - 12 di 13 articoli
Mostrando 1 - 12 di 13 articoli