Castagna d'Acqua (Trapa Natans)

Pubblicato: 15/02/2013 21:24:22
Categorie: Curiosità

Castagna d'Acqua (Trapa Natans)

Habitat:

La specie è nativa delle aree a clima temperato caldo dell'Eurasia e dell'Africa. La specie Trapa natans L. è una pianta della famiglia delle Trapacee, detta castagna d'acqua. Il nome si può riferire sia alla specie T. natans sia alla specie T. bicornis. Entrambe le specie sono piante che crescono lentamente fino a 5 metri di profondità. Preferisce le posizioni in pieno sole, anche se si sviluppa senza problemi in qualsiasi condizione. Nei luoghi con inverno molto freddo la pianta viene coltivata come annuale, le piante muoiono completamente con l'arrivo dell'inverno, ma ogni primavera dai semi si sviluppa una nuova rosetta di foglie. Coltivata in Cina e in India, per almeno 3.000 anni e nota anche in epoca medievale, specie nelle zone palustri dove questa specie cresce spontanea. Nel nostro Paese ed in Europa tuttavia è stata importata dalle popolazioni dell’Eurasia che la conoscevano anche per il suo impiego alimentare.

Descrizione:

E' costituita da una densa rosetta di foglie galleggianti, dentate, a forma di ventaglio, verde brillante sulla parte superiore, con sottile peluria sulla parte inferiore. Le foglie sono attaccate per mezzo di un lungo stelo spugnoso. In primavera produce fiorellini solitari di colore vario dal bianco al rosa intenso, che galleggiano al di sopra delle foglie. Al di sotto della rosetta si sviluppano le radici che affondano nel terreno. In estate ogni fiore diventa un frutto legnoso, che contiene un unico seme carnoso. Essa porta frutti che somigliano alla testa di un toro, ognuno contenente un singolo seme di amido e sono molto grandi.

CASTAGNA D’ACQUA CINESE (Eleocharis dulcis)

La castagna d'acqua cinese è una specie destinata alla coltivazione per via dei suoi cormi commestibili. La castagna d'acqua cinese cresce nelle paludi. È di forma tubolare, con foglie verdi e steli che crescono fino ad un’altezza di 1,5 metri. Spesso questa specie viene confusa con la castagna d’acqua che abbiamo descritto sopra.

Usi in cucina:

I cormi tubercoli dalla buccia violacea che proteggono la noce di polpa bianca (Si definisce cormo il corpo delle piante superiori, organizzato nei tre organi fondamentali: radice, fusto o caule, foglia.) hanno polpa croccante il loro sapore ricorda la noce di cocco e possono essere mangiati crudi, lessati, alla griglia, marinati o in scatola. Possono anche essere macinati in una forma di farina. I rizomi sono ricchi di carboidrati (circa il 90% del peso a secco), in particolare di amido (circa il 60% del peso a secco), e sono anche una buona fonte di fibra alimentare, riboflavina, vitamina B6, potassio, rame e manganese.

Clicca QUI per vedere il prodotto!

Condividi

Aggiungi commento

 (con http://)