Come invasare le piante acquatiche e la loro messa a dimora

Pubblicato: 25/03/2016 12:56:27
Categorie: Consigli , News

Come invasare le piante acquatiche e la loro messa a dimora

LA MESSA A DIMORA / OSPITARE LE PIANTE

Prima di scavare il vostro bacino, preoccupatevi delle esigenze delle piante che volete coltivare. Ogni specie è adatta a una certa profondità dell’acqua, che occorre rispettare cosi la pianta potrà svilupparsi al meglio. Sia che la vostra scelta si sia portata su un bacino preformato sia che preferiate l’utilizzo delle vasche, fate in modo di ottenere:

  • una zona acquitrinosa (da a 10-20 cm di profondità) piante di sponda;
  • una zona d’acqua poco profonda (da 20-50 cm di profondità) piante di riva;
  • una zona d’acqua profonda (da 50-120 cm di profondità) piante coltivate in contenitori, ossigenanti, galleggianti.

I bacini preformati, sono generalmente concepiti per ricevere piante da riva. Controllate, tuttavia, che le profondità siano adatte alle piante che desiderate disporvi. Se avete scelto un bacino rivestito, organizzate, nel momento dello sterramento, quattro livelli di 30-40 cm di larghezza, corrispondenti alle zona della messa a dimora. Potete distribuire queste zone liberamente, in base ai vostri gusti. Scegliete comunque disposizioni semplici che faciliteranno la cura e le eventuali aggiunte di piante nel bacino.

INSTALLARE LE PIANTE

Alcune semplici regole vi consentiranno di coltivare le piante con successo.

  • Procedere alla messa a dimora da aprile a giugno.
  • In un bacino nuovo inserite per prime le piante ossigenanti, che stabilizzano la qualità dell’acqua.
  • Prevedete un substrato di almeno 20 cm di spessore per mettere a dimora correttamente le piante.
  • Rispettare le altezze della messa a dimora. La profondità indicata per ogni specie è calcolata a partire dal colletto (zona del gambo più spessa che sormonta le radici).
  • Coltivare le specie non rustiche, in contenitori. Cosi in inverno potrete spostarle, per proteggerle dal freddo.
  • Coltivate le specie invasive in cestelli non forati o vasi di plastica per limitare lo sviluppo dei rizomi.

INVASARE LE PIANTE

Per invasare in contenitore di plastica senza fori ( vaso 30 cm di diametro):

  • 3 parti di terra da giardino
  • 1 parte terriccio
  • 1 cucchiaio grande di letame
  • 1 cucchiaino di concime a lenta cessione
  • sabbia per coprire ed evitare che concime e letame inquinino l’acqua

 

Articolo, COME PRENDERVI CURA DI NINFEE E FIOR DI LOTO

http://www.hydrophyllum.it/blog/consigli-sulla-coltivazione-delle-ninfee-e-del-loto

Condividi

Visualizza tutti i commenti (1)

Consigli per il laghetto : HydroPhyllum


29/01/2014 22:21:31

[…] http://www.hydrophyllum.it/consigli-utili-sulla-messa-a-dimora-e-su-come-invasare-le-piante/ […]

Aggiungi commento

 (con http://)