Loto (Nelumbo Nucifera)

Pubblicato: 20/02/2013 00:33:44
Categorie: Curiosità

Loto (Nelumbo Nucifera)

Habitat

Nelumbo è un genere di piante acquatiche, unico genere della famiglia delle Nelumbonaceae. Comprende due sole specie, originarie di America, Asia e Australia, con foglie molto decorative e grandi fiori di colore bianco, rosa, giallo e rosso, note col nome di fior di loto. [caption id="attachment_871" align="alignright" width="274"]Nelumbo lutea Nelumbo lutea[/caption] I fiori di Loto, pur essendo piante originarie di zone calde, possono essere coltivati all’aperto in tutte le regioni italiane. Nelle zone a clima invernale molto freddo è consigliabile raccogliere, in autunno, le porzioni perennanti dei rizomi e ripiantarle a primavera, dopo averle conservate in sabbia umida alla temperatura di 10°C. La specie Nelumbo lutea è originaria dell'America centro-meridionale, ma viene coltivata anche nel Nord America da tempo immemorabile dai nativi per il consumo alimentare dei semi e dei rizomi la pianta ha foglie verde chiaro e fiori gialli. La Nelumbo Nucifera è una specie rustica originaria dell'Asia e dell'Australia, nota volgarmente col nome di Fior di loto asiatico. È una pianta acquatica a crescita rapidissima, tipica di stagni e invasi con acque stagnanti o quasi prive di corrente, ha foglie larghe e fiori viola porpora. Ha dato origine a numerose varietà che si differenziano dalla specie tipica per il colore, la forma e le dimensioni dei fiori. I fiori hanno un tipico profumo d’anice, con frutti molto ornamentali.

Nelumbo nucifera frutto

Descrizione

Entrambe le specie hanno foglie peltate a lamina tondeggiante e ondulata, leggermente depressa al centro dove si inserisce il picciolo, eretto e robusto. Le foglie sono verde-glauche, coperte da un rivestimento ceroso idrorepellente. I fiori, che sbocciano in estate da boccioli ovali, di grandi dimensioni, appena compaiono sono globosi, successivamente si aprono del tutto e presentano numerosi stami, che circondano il pistillo, appiattito superiormente e presentante una serie di fiori circolari. Le lamine fogliari, poste all’altezza dell’acqua, formano un vero e proprio tappeto di vegetazione, al di sopra del quale si formano i fiori, portati da lunghi fusti non ramificati ambedue le specie presentano un rizoma allungato.

Usi in cucina

Nel loto, i fiori, i semi, le foglie giovani e i rizomi sono tutti commestibili. In Asia, i petali vengono mangiati mentre le foglie sono solitamente utilizzate come piatto per il cibo. Il rizoma è utilizzato come condimento. I petali, le foglie e i rizomi possono essere consumati anche crudi ma il rischio di trasmissione di parassiti, consiglia una consumazione cotta. Il decotto della pianta intera, o delle radici, contenenti tra l'altro oli essenziali, tannini, nelumbina e zinco, vanta proprietà antidiarroiche, febbrifughe, emollienti, catarrali e antitussive. Il Loto Sacro, viene coltivato in tutta l'Asia sud-orientale, India, Oceania e Australia oltre che per la sua bellezza, anche per i tuberi commestibili.         Potrebbe interessarti SIMBOLOGIA DEL FIOR DI LOTO!

Condividi

Aggiungi commento

 (con http://)